Prodotti - Energie Alternative

SERIE PANNELLI IBRIDI RA

SERIE PANNELLI IBRIDI RA
Codice prodotto: RA SERIES

La serie di moduli ibridi RA comprende moduli di varia lunghezza, fino a 3 mt con il RA38. Questo permette flessibilità nella progettazione e costruzione anche per sostituire completamente un tetto, essendo moduli strutturali.

Certificazione EN 61215:2005, EN 61730-2:2007 + A1:2012
Certificazione UNI EN 12975-2:2006 (Parts 1 & 2)

PANNELLO IBRIDO PV/T RA,  30 CELLE

PANNELLO IBRIDO PV/T RA, 30 CELLE
Codice prodotto: EASRA030

RA: il modulo ibrido intelligente

Manuale di installazione (ITA)

VEHOR

VEHOR
Codice prodotto: AE2

PANNELLO BICOMBINATO TERMOFOTOVOLTAICO CON CONCENTRATORE A PUNTAMENTO AUTOMATICO
Pannello termofotovoltaico bicombinato, in grado di convertire l’energia solare in energia elettrica e in grado di consentire, contemporaneamente, il recupero termico della quota parte di energia non convertita in energia elettrica. Inoltre, usando un apposito concentratore dell’energia solare con puntamento automatico, si ottengono prestazioni innovative in termini di kW/m2 producibili, con conseguente riduzione dei costi per kW installato.Il prodotto si inquadra nello sviluppo di nuovi sistemi di produzione di energia che sfruttano le fonti alternative, rinnovabili e a basso impatto ambientale. VEHOR viene proposto in configurazioni modulari, studiate in relazione ai vari sistemi di applicazione.
IL SISTEMA
L’impianto è realizzato con una tecnologia assolutamente innovativa che prevede l’utilizzo di un pannello termofotovoltaico bicombinato, in grado di convertire l’energia solare in energia elettrica, e in grado di consentire contemporaneamente il recupero termico della quota parte di energia non convertita in energia elettrica.L’energia elettrica prodotta può essere direttamente utilizzata o essere immessa nella rete di distribuzione di bassa tensione in corrente alternata; l’energia termica sotto forma di acqua a 55°C circa, può essere utilizzata per il condizionamento, per scopi sanitari, o altro.Il criterio di progettazione delle strutture portanti dei moduli è stato quello di offrire una resistenza ai carichi per geometria piuttosto che per massa, garantendo l’equilibrio dei moduli ma senza appesantire le strutture esistenti prima dell’installazione.VEHOR risulta quindi una vera innovazione nel campo delle energie alternative perché di fatto produce energia alla metà dei costi attuali.Per la realizzazione dei suddetti impianti in ragione della spesa limitata di installazione e delle contenute esigenze di manutenzione, sono previsti finanziamenti e incentivi concessi da enti europei, promossi con programmi volti allo sviluppo e alla diffusione di fonti energetiche rinnovabili.
DESCRIZIONE
L’impianto ha lo scopo di produrre energia elettrica in collegamento alla rete di distribuzione di bassa tensione in corrente alternata monofase esistente. Nel punto di consegna, secondo le specifiche descritte, la tensione è 230 Vac o 380 con frequenza di 50 Hz. La potenza nominale del generatore fotovoltaico è data dalla somma delle potenze di targa dei singoli moduli fotovoltaici.
-Configurazione
-Generatore fotovoltaico
-Inverter
-Quadro di campo
-Cavi
-Interfaccia in parallelo alla rete, integrata nell' inverter
-Struttura di movimentazione concentratore solare
CARATTERISTICHE TECNICHE
Il generatore VEHOR è composto da 7 moduli in silicio monocristallino con celle ad alta efficienza, in grado di erogare ciascuno una potenza di picco di 130 Wp, Il campo è costituito da stringhe costituite a loro volta da moduli collegati in serie montati su strutture diverse poste l'una dietro l'altra, disposte ad una distanza sufficiente ad evitare che non si ombreggino fra loro.La potenza nominale di picco del modulo VEHOR è di 1820 W.La potenza nominale di picco del generatore termico è di 15.000 Kcal/h. La potenza nominale del modulo VEHOR è intesa in condizioni standard (STC).Il Gruppo di conversione ha lo scopo di convertire la corrente continua prodotta dai moduli fotovoltaici in corrente alternata, e si collega in fase alla rete elettrica del distributore locale in modo da alimentare i carichi presenti, mentre in assenza di carichi l' energia prodotta è riversata nella rete.L'Inverter sfrutta la tecnologia MPPT (inseguimento del punto di massima potenza).Esso rispetta completamente la norma CEI 11-20 per il collegamento in parallelo alla rete del distributore locale: infatti è provvisto di dispositivo d’interfaccia integrato in modo da interrompere il collegamento in parallelo alla rete nel caso in cui dovessero riscontrarsi delle differenze dovute a minima e massima frequenza e minima e massima tensione.
NORMATIVE DI RIFERIMENTO
-Norme CEI-IEC per la parte elettrica convenzionale
-Norme CEI-IEC e/o JRC/ESTI per i moduli fotovoltaici;
-conformità al marchio CE per i moduli fotovoltaici ed il gruppo di conversione,
-UNI 10349 e UNI 8477 per il dimensionamento del generatore fotovoltaico
-UNI/ISO per le strutture meccaniche di supporto ed ancoraggio dei moduli;
-EN 60439-1 e IEC 439 per i quadri elettrici;
-CEI 110-31 e CEI 110-28 per il contenuto delle armoniche e i disturbi indotti sulla rete dal gruppo di conversione;
-CEI 110-1 CEI 110-6 CEI 110-8 per la compatibilità elettromagnetica e la limitazione delle emissioni in radiofrequenza;
-D.P.R. n. 574/55 e il D.L. n. 626/94 e successive modifiche per quello che concerne la sicurezza e la prevenzione degli infortuni sul lavoro;
-Legge 46/90 e successive modificazioni, per la sicurezza elettrica;
-CEI 11-20 per il collegamento alla rete pubblica di distribuzione dell’energia;
-CEI 20-21 per il dimensionamento dei cavi in corrente continua ed alternata
-CEI EN 61724 per le misure ed acquisizione dei dati;
-Delibera n. 224/00 del 06/12/00 dell’Autorità per l’energia ed il gas per l’autoscambio dell’energia elettrica prodotta;
-WIND – produzione e utilizzo di energia solare e termica

WIND

WIND
Codice prodotto: AE1

GENERATORE EOLICO AD ASSE VERTICALE AD ALTA COPPIA DI SPUNTO
WIND è un motore eolico, ad asse verticale, caratterizzato da una elevata coppia di spunto, e di potenza idonea per gli usi idrici e di produzione di energia elettrica, particolarmente orientato alle utenze agricole. La configurazione ad asse verticale consente di semplificare la trasmissione meccanica dell’energia prodotta dal vento e trasformata in energia meccanica dalle pale; la elevata coppia di spunto si rende indispensabile per l’accoppiamento di questo motore con le macchine operatici, in particolare di tipo idraulico, quali le pompe sommerse, che richiedono, nella fase di avviamento, coppie significativamente maggiori di quelle di esercizio. La configurazione verticale della macchina in oggetto richiede la messa a punto di un dispositivo meccanico per la rotazione delle pale intorno al loro asse di sostegno. Tale dispositivo è necessario per ridurre le perdite energetiche durante la fase di ritorno della pala, con velocità in verso contrario al vento. Il prodotto viene fornito con package completo di pompa idraulica per il sollevamento di acqua, di facile e pronta installazione.
WIND, per tipologia di prodotto si inquadra nello sviluppo di nuovi sistemi di produzione di energia che sfruttano le fonti alternative, rinnovabili e a basso impatto ambientale; per la taglia che lo caratterizza, il sistema è classificabile tra gli impianti di mini produzione di energia, che possono trovare una applicazione diffusa su tutti i territori.
FUNZIONAMENTO DELL’AEROMOTORE
Tutti gli aeromotori ad asse verticale presentano un limite intrinseco: soltanto una metà del rotore può compiere lavoro attivo, in quanto l’altra metà ruota in un campo di flusso contrario e quindi si oppone alla rotazione del sistema.Affinché si possa avere rotazione occorre dunque minimizzare la resistenza aerodinamica della pala antagonista. Tale obiettivo viene conseguito mediante un dispositivo automatico brevettato di orientamento delle pale.L’aeromotore è costituito da una girante dotata di due alberi orizzontali ciascuno dei quali sostiene due pale calettate a 90°. L’albero è realizzato con una barra in lega di alluminio a sezione rettangolare sostenuta all’estremità esterna da un tirante fissato alla sommità del rotore medesimo. Il rotore si orienta automaticamente al vento.
L’energia del vento pone in rotazione la girante. Mediante una trasmissione biella-manovella il moto rotatorio dell’asse viene trasformato in moto rettilineo alternativo di una lunga asta di acciaio collegata ad una pompa volumetrica a stantuffo. L’utilizzazione di strutture scatolari, oltre a soddisfare il requisito di leggerezza, consente di disporre della massima rigidezza flessionale nei due piani interessati dalla massima sollecitazione. Un secondo sistema di tiranti connette le estremità esterne degli alberi consentendo una ripartizione degli sforzi con conseguente irrobustimento della struttura meccanica.
CARATTERISTICHE PRINCIPALI
GIRANTE
Realizzata con pale a geometria variabile che ottimizza il profilo per lo sfruttamento totale della vena fluida incidente. Ciascuna pala ha un superficie di 10 m2.
TRASMISSIONE
Tutti gli organi dell’aeromotore sono supportati da cuscinetti autolubrificanti, il complesso è racchiuso in un carter stagno a bagno d’olio.
TORRE DI SOSTEGNO
Autoportante realizzata interamente in acciaio può essere assemblata rapidamente sul posto mediante bulloni. L’altezza è pari a 10 m.
POMPA VOLUMETRICA ALTERNATIVA
Ha la camicia in ottone, pistone e valvole di tenuta in bronzo, calotte in ghisa.
PRESTAZIONI
L’aeromotore è in grado di erogare una portata variabile da 0,5 a 4 litri al secondo ed è in grado di vincere prevalenze fino a 100 metri.
Minima velocità del vento di attivazione pari a 5 m/s.
MANUTENZIONE ORDINARIA
Come già detto, l’aeromotore eolico non utilizza componenti elettriche, quindi l’usura e la manutenzione dei materiali è molto limitata nel tempo; tuttavia una corretta manutenzione nel tempo deve essere fatta per garantire sempre un perfetto funzionamento dell’impianto:
§ ingrassaggio annuale cuscinetti
§ controllo livello olio carter (ogni 5 anni)
§ sostituzione della doppia guarnizione di pompaggio (durata 5 – 10 anni a seconda delle acque)
SISTEMA AUTOMATICO DI SICUREZZA
L’aeromotore eolico è dotato di un meccanismo idraulico che viene azionato dal vento.
Quando la velocità del vento supera i 100 km/h, un pistoncino idraulico riduce l’angolo di rotazione delle pale attorno all’albero orizzontale disponendo le stesse a 45° rispetto alla verticale provocando il bloccaggio del rotore.
TECNOLOGIA INNOVATIVA
Impiego di un dispositivo automatico brevettato per l’orientamento delle pale.
VANTAGGI
-costi estremamente bassi
-assenza di componenti elettrici
-semplicità nell’installazione
-economia di manutenzione
-disponibilità energia meccanica direttamente al suolo
-assenza di un dispositivo di orientamento delle pale
-particolare profilo della pala per lo sfruttamento totale del vento
-elevata coppia disponibile
-basso numero di giri della struttura
APPLICAZIONI
Wind si inquadra nello sviluppo di nuovo sistemi di produzione di energia che sfruttanto le fonti alternative, rinnovabili ed a basso impatto ambientale; per la taglia che lo caratterizza è particolarmente orientato alle utenze agricole e trova un’applicazione diffusa su tutti i territori.
Idoneo per gli usi idrici - sollevamento dell’acqua (da fiumi pozzi, laghi, sorgenti)- in zone non raggiunte dalla rete di distribuzione dell’energia elettrica; l’acqua può essere utilizzata per scopi potabili, drenaggio, abbeveramento bestiame, irrigazione, acquicoltura ecc.
L’aeromotore può essere integrato con un sistema di accumulo costituito da un serbatoio sopraelevato che garantisce una ottimizzazione dell’impianto, considerata l’irregolarità della fonte eolica, oltre ad una erogazione dell’acqua nei periodi di vento improduttivo.

VEHOR

VEHOR
Codice prodotto: AE3

PANNELLO BICOMBINATO TERMOFOTOVOLTAICO CON CONCENTRATORE A PUNTAMENTO AUTOMATICO
Pannello termofotovoltaico bicombinato, in grado di convertire l’energia solare in energia elettrica e in grado di consentire, contemporaneamente, il recupero termico della quota parte di energia non convertita in energia elettrica. Inoltre, usando un apposito concentratore dell’energia solare con puntamento automatico, si ottengono prestazioni innovative in termini di kW/m2 producibili, con conseguente riduzione dei costi per kW installato.Il prodotto si inquadra nello sviluppo di nuovi sistemi di produzione di energia che sfruttano le fonti alternative, rinnovabili e a basso impatto ambientale. VEHOR viene proposto in configurazioni modulari, studiate in relazione ai vari sistemi di applicazione.
IL SISTEMA
L’impianto è realizzato con una tecnologia assolutamente innovativa che prevede l’utilizzo di un pannello termofotovoltaico bicombinato, in grado di convertire l’energia solare in energia elettrica, e in grado di consentire contemporaneamente il recupero termico della quota parte di energia non convertita in energia elettrica.
L’energia elettrica prodotta può essere direttamente utilizzata o essere immessa nella rete di distribuzione di bassa tensione in corrente alternata; l’energia termica sotto forma di acqua a 55°C circa, può essere utilizzata per il condizionamento, per scopi sanitari, o altro.Il criterio di progettazione delle strutture portanti dei moduli è stato quello di offrire una resistenza ai carichi per geometria piuttosto che per massa, garantendo l’equilibrio dei moduli ma senza appesantire le strutture esistenti prima dell’installazione.VEHOR risulta quindi una vera innovazione nel campo delle energie alternative perché di fatto produce energia alla metà dei costi attuali. Per la realizzazione dei suddetti impianti in ragione della spesa limitata di installazione e delle contenute esigenze di manutenzione, sono previsti finanziamenti e incentivi concessi da enti europei, promossi con programmi volti allo sviluppo e alla diffusione di fonti energetiche rinnovabili.
DESCRIZIONE
L’impianto ha lo scopo di produrre energia elettrica in collegamento alla rete di distribuzione di bassa tensione in corrente alternata monofase esistente. Nel punto di consegna, secondo le specifiche descritte, la tensione è 230 Vac o 380 con frequenza di 50 Hz. La potenza nominale del generatore fotovoltaico è data dalla somma delle potenze di targa dei singoli moduli fotovoltaici.
-Configurazione
-Generatore fotovoltaico
-Inverter
-Quadro di campo
-Cavi
-Interfaccia in parallelo alla rete, integrata nell' inverter
-Struttura di movimentazione concentratore solare
CARATTERISTICHE TECNICHE
Il generatore VEHOR è composto da 7 moduli in silicio monocristallino con celle ad alta efficienza, in grado di erogare ciascuno una potenza di picco di 130 Wp, Il campo è costituito da stringhe costituite a loro volta da moduli collegati in serie montati su strutture diverse poste l'una dietro l'altra, disposte ad una distanza sufficiente ad evitare che non si ombreggino fra loro.La potenza nominale di picco del modulo VEHOR è di 1820 W.La potenza nominale di picco del generatore termico è di 15.000 Kcal/h.
La potenza nominale del modulo VEHOR è intesa in condizioni standard (STC).
Il Gruppo di conversione ha lo scopo di convertire la corrente continua prodotta dai moduli fotovoltaici in corrente alternata, e si collega in fase alla rete elettrica del distributore locale in modo da alimentare i carichi presenti, mentre in assenza di carichi l' energia prodotta è riversata nella rete.L' inverter sfrutta la tecnologia MPPT (inseguimento del punto di massima potenza).Esso rispetta completamente la norma CEI 11-20 per il collegamento in parallelo alla rete del distributore locale: infatti è provvisto di dispositivo d’interfaccia integrato in modo da interrompere il collegamento in parallelo alla rete nel caso in cui dovessero riscontrarsi delle differenze dovute a minima e massima frequenza e minima e massima tensione.
NORMATIVE DI RIFERIMENTO
-Norme CEI-IEC per la parte elettrica convenzionale
-Norme CEI-IEC e/o JRC/ESTI per i moduli fotovoltaici;
-conformità al marchio CE per i moduli fotovoltaici ed il gruppo di conversione,
-UNI 10349 e UNI 8477 per il dimensionamento del generatore fotovoltaico
-UNI/ISO per le strutture meccaniche di supporto ed ancoraggio dei moduli;
-EN 60439-1 e IEC 439 per i quadri elettrici;
-CEI 110-31 e CEI 110-28 per il contenuto delle armoniche e i disturbi indotti sulla rete dal gruppo di conversione;
-CEI 110-1 CEI 110-6 CEI 110-8 per la compatibilità elettromagnetica e la limitazione delle emissioni in radiofrequenza;
-D.P.R. n. 574/55 e il D.L. n. 626/94 e successive modifiche per quello che concerne la sicurezza e la prevenzione degli infortuni sul lavoro;
-Legge 46/90 e successive modificazioni, per la sicurezza elettrica;
-CEI 11-20 per il collegamento alla rete pubblica di distribuzione dell’energia;
-CEI 20-21 per il dimensionamento dei cavi in corrente continua ed alternata
-CEI EN 61724 per le misure ed acquisizione dei dati;
-Delibera n. 224/00 del 06/12/00 dell’Autorità per l’energia ed il gas per l’autoscambio dell’energia elettrica prodotta;
-WIND – produzione e utilizzo di energia solare e termica

RETRO DI UN PANNELLO

RETRO DI UN PANNELLO
Codice prodotto: AE5